La biblioteca dei semi

Nella biblioteca del Parco Gallo di Brescia c’è un mobile che non contiene libri ma semi, organizzati in vasetti e catalogati. L’iniziativa è nata a novembre del 2016 dal gruppo informale “Terra e Partecipazione” per favorire l’incontro tra uomo e agricoltura. La “Biblioteca dei semi”, così è stata chiamata, segue le stesse regole di una normale biblioteca: prestito e restituzione.

15109518_580019598860125_2403495367960287667_n (1)

Impiegati, studenti e operai che vogliono coltivare sul balcone o nell’orto possono prendere in prestito le sementi, indicando data, quantità e tipologia. La restituzione del seme avverrà quando la pianta sarà giunta a maturazione, dopo l’estate. L’obiettivo del progetto è quello di responsabilizzare i cittadini nei confronti dei semi e dei tempi della natura. Gli interessati possono partecipare ad incontri dedicati ai saperi contadini e leggere i libri tematici raccolti dalla biblioteca.

Gli scaffali ospitano semi comuni ma anche di piante esotiche dal Brasile e di varietà locali come i fagioli della val Camonica. “Ad ogni evento che organizziamo ci donano dei semi” spiega Marco, uno degli animatori dell’iniziativa, “Hanno un valore affettivo, che vogliamo trasmettere a tutti coloro che frequentano la biblioteca”. “Terra e Partecipazione” è nata nel 2015, si è occupata di orti didattici, ha realizzato un forno per la pizza e ha svolto attività con i detenuti.

Per accedere al prestito dei semi, negli orari di apertura della biblioteca, basta il codice fiscale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...